Miscellanea: La teoria antistorica di Luca Bianchini e Anna Trombetta secondo Giacomo Fornari, “Herbert von Karajan interprete”, in “L’arte di Karajan” a cura di Alberto Fassone, Lucca, LIM, 2019, p. 186, n. 16.

Giacomo Fornari, “Herbert von Karajan interprete”, in Alberto Fassone (a cura di), “L’arte di Karajan. Un percorso nella storia dell’interpretazione”, LIM, Lucca 2019, p. 186, n. 16.

Alla luce dei fatti, la teoria che si sta diffondendo e secondo cui la triade ‘Haydn-Mozart-Beethoven’ si dovrebbe ad una precisa politica del Terzo Reich, appare del tutto antistorica e non pare tenere conto del grande movimento – non sempre soltanto di natura nazionalistica – che portò musicologi, esperti ed appassionati a riscoprire la musica di Mozart già a partire dalla seconda metà del XIX secolo: «[…] Era un tratto tipico del Reich opporre la “grande musica” a quella “piccola”, gli autori “maggiori” a quelli “minori”. I compositori di area tedesca e quelli della Wiener Klassik appartenevano alla grande musica», LUCA BIANCHINI-ANNA TROMBETTA, Mozart. La caduta degli dei. Parte prima, Youcanprint Self Publishing, Tricase 2016.

49899830_788406684832694_8414071722931650560_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: