Ahimè ch’io cado, n. 180: “Ancora sui quartetti di Mozart secondo Bianchini e Trombetta (… e ancora su Sandro Cappelletto)” di Renato Calza

C’eravamo ripromessi di lasciare Bianchini e Trombetta alle loro fatiche per “fare amare Mozart”, come asseriscono sorprendentemente autopromovendo i loro autopubblicati volumi. Eppure, a tutto c’è un limite, e quindi torniamo ai soliti vessati quartetti giovanili e al disinvolto (e qui forse qualcosa di più) modo di sfruttare e contemporaneamente deridere la loro fonte principale,... Continue Reading →

Ahimè ch’io cado, n. 179: “Per una fenomenologia della ricerca musicologica di Luca Bianchini e Anna Trombetta. Un caso di studio: i Quartetti prussiani” di Renato Calza

(5 dicembre 2018, anniversario della morte di W. A. Mozart) 1. Necroscopie mozartiane In un precedente contributo avevamo già avuto modo di segnalare la disinvoltura con cui i due laureati in Musicologia Luca Bianchini e Anna Trombetta hanno utilizzato il volume di Sandro Cappelletto I Quartetti di Mozart. Alla ricerca di un’armonia possibile, Il Saggiatore,... Continue Reading →

Complotti: “Sensazionali novità da Bonn: una lettera di Andrea Luchesi svela il suo vero rapporto con Haydn e Mozart e mostra inoltre la sua centralità nella storia della poesia italiana” dal corrispondente da Bonn della rivista «Musica senza nazisti»

Sensazionale! La corrente visione della Wiener Klassik inculcata dai nazisti sarà rivoluzionata? Sembra proprio di sì, a confermare l’esattezza delle teorie di una coraggiosa coppia di musicologi sondriesi, finora ostinatamente rigettate dalla cricca neo-nazista. Una fortunata scoperta d’archivio chiuderà definitivamente l’annosa polemica! Tra le carte di Johannes Buffelmann, il compianto antiquario di Bonn morto recentemente... Continue Reading →

Ahimè ch’io cado, n. 178: “Concerti e sconcerti  ovvero Pubblico rendimento di grazie ai Signori Bianchini e Trombetta da parte di un musicologo vaccinato sulla via di Sondrio (seguirà abiura via posta celere)” di Renato Calza

Signori! Avevo, lo confesso, grandi aspettative mentre aprivo il capitolo I concerti di Mozart alle pagine 413-418 della prima parte di Mozart. La caduta degli dei di Luca Bianchini e Anna Trombetta. Dopo la mia subitanea conversione anti-mozartiana ero avido di leggere una loro analisi dei concerti per pianoforte e orchestra K. 488 e K.... Continue Reading →

 Ahimè ch’io cado, n. 176: “‘Le vie dell’inferno sono lastricate di buone intenzioni’ ovvero Salieri secondo Bianchini e Trombetta” di Renato Calza

Ecco un secondo scritto, esauriente, documentato e brillante, di Renato Calza. I seguaci dei Bianchini, supponenti come le loro deità, citano con ammiccamenti da bambini invidiosi la nostra accademia, ma non provano minimamente a contestare la nostra competenza. Ammiccano, negano un po' come fanno i no vax, ma non replicano. La ragione è semplicissima: non... Continue Reading →

Ahimè ch’io cado, n. 175: “I suoni e i profumi volteggiano nell’aria della sera (in casa Mozart), ovvero Mozart sul lettino di Freud” di Renato Calza

Renato Calza esordisce, nella sua nuova veste di Accademico della Bufala, con un pezzo brillantissimo, nel quale muove contestazioni precisissime ai Bianchini, mozartiani per comodo. I due detrattori costruiscono 'prove' facendo dire agli altri cose che non hanno mai detto, secondo un uso che oggi va di moda. Lascio la parola a Renato Michele Girardi... Continue Reading →

Fornito da WordPress.com.

Su ↑